Caratteristiche e Prestazioni del Motore Suzuki J24B: Specifiche e Olio

Dal 2008, la società produce il motore a benzina Suzuki J24B da 2,4 litri e continua a farlo. Per tutto il tempo, è stato montato solo su due modelli: il crossover Grand Vitara e la berlina Kizashi. Pertanto, ci sono due versioni del motore con configurazioni longitudinali e trasversali.

All’interno della serie di motori J, troviamo modelli come: J18A, J20A, J20B, J23A e J24B.

Nel 2008, un motore J da 2,4 litri ha fatto il suo debutto nella versione rinnovata del Grand Vitara. È un motore tipico di quel periodo con un blocco cilindri in alluminio, manicotti in ghisa, una giacca di raffreddamento aperta, una testata a 16 valvole senza compensatori idraulici, una catena di distribuzione e un sistema di iniezione di carburante distribuito. Inoltre, questo motore è dotato di un collettore di aspirazione con un sistema di cambio di geometria IMT.

Specifiche

Anni di produzione dal 2008
Spostamento, cc 2393
Sistema di alimentazione carburante iniezione distribuita
Potenza erogata, cv 165-185
Coppia erogata, Nm 225-230
Blocco cilindri alluminio R4
Testa di blocco alluminio 16v
Alesaggio cilindro, mm 92
Corsa pistone, mm 90
Rapporto di compressione 10.0
Sollevatori idraulici NO
Unità di temporizzazione catena
Regolatore di fase all’aspirazione
Turbocompressore NO
Olio motore consigliato 0W-20, 0W-30
Capacità olio motore, litri 4.8
Tipo di carburante benzina
Norme europee EURO 4/5
Consumo di carburante, L/100 km (per Suzuki Grand Vitara 2010)
— città
– autostrada
– combinato
11.4
7.6
9.0
Durata del motore, km ~300 000

Il motore è stato installato su:

Svantaggi del motore Suzuki J24B

  • Nei primi due anni di produzione, sono stati rilevati blocchi cilindri difettosi con crepe nella giacca di raffreddamento e l’ingresso di antigelo nel lubrificante. Anche se il produttore ha sostituito questi motori in garanzia, è ancora possibile trovare alcuni di questi motori difettosi sul mercato.
  • Un altro problema comune è la formazione di crepe nella testata a causa del surriscaldamento. È essenziale mantenere pulito il radiatore del sistema di raffreddamento, specialmente nei motori dei primi anni di produzione.
  • Nonostante la catena di distribuzione di questo motore sia progettata per durare tutta la vita del motore, spesso si allunga prima dei 150.000 km. Di solito, insieme alla catena, è anche necessario sostituire il regolatore di fase, aumentando il costo della riparazione.
  • Nei forum specializzati, i proprietari spesso menzionano problemi con il consumo eccessivo di olio a causa dell’usura degli anelli dei pistoni, nonché guarnizioni delle valvole e guarnizioni dell’olio che si deteriorano rapidamente e frequenti perdite di lubrificante. Si consiglia di controllare le tolleranze termiche delle valvole e lo stato delle candele ogni 30.000 km.

pt_PT_ao90Portuguese