Caratteristiche e Prestazioni del Motore Fiat 182A3000: Specifiche e Olio

Il motore Fiat 1.4 12v da 1.4 litri, codice 182A3000, è stato prodotto dalla casa automobilistica dal 1995 al 1999 ed è stato installato su modelli come Fiat Brava, Bravo, Marea e anche su Lancia Y come 840A2000. Esisteva una versione depotenziata del motore con indice 182A5000 e 840A4000.

Il 182A3000 fa parte della serie Pratola Serra che include anche: 182A2000, 182A1000 e 192A2000. Si tratta di motori a benzina ad iniezione elettronica, 4 cilindri in linea, distribuzione a 2 valvole per cilindro, con cilindrate da 1.4 a 2.0 litri.

Questo propulsore 1.4 12v ha equipaggiato vetture Fiat e Lancia di grande successo commerciale negli anni ’90, dimostrandosi un motore affidabile e dalle prestazioni adeguate.

Specifiche

Anni di produzione 1995-1999
Cilindrata, cc 1370
Sistema di alimentazione carburante singola iniezione
Potenza erogata, CV 80
Coppia in uscita, Nm 112
Blocco cilindri ghisa R4
Blocca la testa alluminio 12v
Alesaggio cilindro, mm 82
Corsa del pistone, mm 64.87
Rapporto di compressione 9.8
Caratteristiche SOHC
Sollevatori idraulici
Azionamento cronometrato Cinghia
Regolatore di fase NO
Turbocompressione NO
Olio motore consigliato 5W-40
Capacità olio motore, litri 4.1
Tipo di carburante benzina
Standard europei EURO 2
Consumo carburante, L/100 km (per Fiat Bravo 1996)
— città
– autostrada
– combinato
9.0
5.2
7.2
Durata del motore, km ~200.000
Peso (kg 140

Il motore è stato installato su:

  • Fiat Brava I (182) dal 1995 al 1998;
  • Fiat Bravo I (182) nel 1995 – 1998;
  • Fiat Marea I (185) dal 1996 al 1999.

Svantaggi del motore Fiat 182A3000

Ecco i principali problemi riscontrati sul motore 1.4 12v 182A3000:

  • Il problema più noto è l’usura rapida dell’albero a camme;
  • La causa è la formazione di depositi nei canali del sistema di lubrificazione in testa;
  • Sono anche comuni le perdite d’olio, in particolare dalle guarnizioni dell’albero a camme;
  • È consigliabile cambiare la cinghia di distribuzione ogni 60.000 km, altrimenti si rischia di piegare le valvole se si rompe;
  • Scarsa affidabilità di vari componenti elettrici e attuatori del motore.

In sintesi, questo propulsore tende ad usurarsi precocemente soprattutto nella distribuzione, oltre a manifestare perdite oleose e problemi all’impianto elettrico. Una manutenzione preventiva accurata può aiutare a prevenire guasti costosi.

sv_SESwedish