Caratteristiche e Prestazioni del Motore Fiat 198A2000: Specifiche e Olio

Il motore diesel Fiat 1.6 JTD da 1.6 litri, codice 198A2000, è stato prodotto dal 2008 al 2015 ed è stato installato sulla Fiat Bravo, popolare in Europa, e sulla terza generazione della Lancia Delta. Questo propulsore è stato montato anche sulla compatta Alfa Romeo MiTo.

Il 1.6 JTD fa parte della famiglia Multijet II che include vari motori: 199B1000, 198A2000, 198A3000, 198A5000, 250A1000 e 263A1000. Si tratta di motorizzazioni diesel diffuse tra il 2008 e il 2015 su diversi modelli del gruppo Fiat Chrysler Automobiles, con cilindrate da 1.3 a 2.0 litri e potenze da 75 a 135 CV.

I Multijet II hanno sostituito i precedenti Multijet, migliorandone consumi, emissioni ed affidabilità grazie all’adozione di iniezioni common rail di seconda generazione. Il 1.6 JTD in particolare si distingueva per una buona coppia ai bassi regimi adatta all’utilizzo cittadino.

Specifiche

Anni di produzione 2008-2015
Cilindrata, cc 1598
Sistema di alimentazione carburante Common Rail
Potenza erogata, CV 120
Coppia in uscita, Nm 300 – 320
Blocco cilindri ghisa R4
Blocca la testa alluminio 16v
Alesaggio cilindro, mm 79,5
Corsa del pistone, mm 80,5
Rapporto di compressione 16.5
Caratteristiche DOHC, intercooler
Sollevatori idraulici
Azionamento cronometrato Cinghia
Regolatore di fase NO
Turbocompressione Garrett GT1446Z
Olio motore consigliato 5W-30
Capacità olio motore, litri 4.6
Tipo di carburante diesel
Standard europei EURO 5
Consumo carburante, L/100 km (per Fiat Bravo 2010)
— città
– autostrada
– combinato
5.9
3.8
4.6
Durata del motore, km ~250.000
Peso (kg 175

Il motore è stato installato su:

Svantaggi del motore Fiat 198A2000

Ecco i principali problemi riscontrati sul motore diesel 1.6 JTD:

  • Il problema maggiore è la fessurazione delle fasce elastiche dei cilindri a causa di una carenza di lubrificazione;
  • Ciò è dovuto all’usura della pompa dell’olio o della sua guarnizione, attraverso cui entra aria;
  • La turbina funziona bene, ma il tubo di alimentazione dell’aria sovralimentata tende a rompersi frequentemente;
  • Inoltre si verificano regolarmente perdite di olio e refrigerante a causa di guarnizioni motore incrinate;
  • Come in tutti i moderni motori diesel, il filtro antiparticolato e il sistema EGR causano parecchi problemi.

In sintesi, le criticità di questo propulsore riguardano la corretta lubrificazione, l’affidabilità di componenti chiave come pompa olio, tubazioni e guarnizioni, oltre alle ormai note problematiche relative ai sistemi EGR e FAP che affliggono i motori diesel recenti. Una manutenzione preventiva è molto importante.

pt_PT_ao90Portuguese